Logo Ahimsa


E’ attiva una segreteria telefonica 24 ore su 24 al numero 3470620000.
Per parlare direttamente con un operatore chiamare dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.

E' attivo un centro di ascolto presso il Comune di Locate Varesino. Si riceve, previo appuntamento telefonico, ogni Venerdì dalle 17 alle 18

Indirizzo mail: miahimsa2014@gmail.com

SOSTIENICI

COME ASSOCIARSI

5x1000



AHIMSA - La poesia di Emanuela
Poesia Ahimsa


 
Associazione

La non violenza è la più grande forza che possiede l’umanità.
(Gandhi)

L’associazione AHIMSA, con sede in Locate Varesino, ha come scopo sociale prevalente l'accoglienza, l’ascolto e la prima assistenza della persona vittima della violenza di qualsiasi genere o vittima della lesione dei diritti civili.

Festa Ahimsa 2017


Cliccare qui per visualizzare il volantino dell'evento


Ringraziamento del presidente:

Ieri abbiamo premiato i murales eseguiti il 21 Maggio 2017. Dove li potete vedere? A Locate Varesino in via De Wich: sono tutti bellissimi ma essendo un concorso abbiamo dovuto decretare i vincitori. Però abbiamo voluto, per ognuno, accostare all'arte pittorica un commento letterario chiedendo la collaborazione di Sonia Galmarini. Pubblicheremo, quindi, la foto del murales e il relativo commento.


Murales di Vanessa e Andrea:

"Questo significativo murales rispecchia il recente ed angoscioso bombardamento con armi chimiche, avvenuto in Siria, atrocità che hanno mietuto giovani e innocenti vittime come i bambini, recisi nello splendore della loro spensierata esistenza. Il linguaggio figurativo esprime una fantasia ed una spontaneità del favoloso universo dell'infanzia. I fiori sgargianti sono la fulgida speranza di un futuro di raggiante gioia."


Murales di Arianna e Antonietta (madre e figlia):

"Questo murales denota una immensa disperazione. Il fanciullo, ripiegato su se stesso, esprime grave sofferenza e cupa umiliazione. Le forze della natura, il vento e il mare, partecipano con veemenza ai sentimenti del ragazzo ed evidenziano con la loro potenza e virulenza la limpida commozione del cuore e dell'anima che gemono."


Murales di Anna:

"In questo murales l'elemento naturalistico regna sovrano. L'albero rappresentato possiede una chioma suddivisa in due parti ben distanti tra loro. La parte sinistra dipinta con tonalità cupe e spente identifica la natura deturpata ed oltraggiata dall'inquinamento, mentre la parte destra tinteggiata di colori intensi e vivaci rispecchia la benefica rinascita della natura che assume forma dal " mitico" DNA. Il perfetto contrasto tra i due aspetti suscita un'osservazione ed una reazione plateale di condanna per la mancanza di decoroso rispetto verso la natura che stende il suo generoso velo protettivo sull'umanità."


Murales di Elisabetta:

"Questo murales cattura l'attenzione per l'ironia sottile e perspicace dell'immagine proposta. La scimmia rinchiusa dietro le sbarre, emette una pernacchia di scherno e di ammonimento nei confronti degli spettatori. È un messaggio coinvolgente che pungola intensamente ed induce a meditare consapevolmente sulla crudeltà assurda e gratuita nei confronti degli animali".


Murales di Celina e Valentina (vincitore delle votazioni on line):

"In questo suggestivo murales troneggia la figura imponente e statuaria dell'elefante, pachiderma che esprime e simboleggia la potenza, la longevità e la pacifica saggezza. L'animale si staglia sullo sfondo, con un'espressione di profonda tristezza e con la prova tangibile della violenza perpetrata dall'uomo a suo danno, la candida zanna d'avorio spezzata. Il fuoco scarlatto arde nella misteriosa e lussureggiante foresta. È un barrito di dolore che si propaga nella selva e che giunge come eco fino alle nostre coscienze.È una denuncia palese della violenza che colpisce la madre natura e gli animali, compagni ed amici degli esseri umani, rivestiti di infinita sensibilità ed emotività."


Murales di Sara, Anastasia e Matilda (vincitore per il locatesi):

“In questo pittoresco murales serpeggia un contrasto di tonalità cromatiche ed emotive autenticamente audaci e appariscenti. La piovra tenebrosa avvolge con i suoi subdoli e spettrali tentacoli il grazioso ed esile uccellino nella morsa attanagliante della sua stritolante violenza. Ma per volontà del fato imperscrutabile e per il suo ardore coraggioso, il volatile riesce con ogni tenace fibra del suo essere a liberarsi dal pericolo e spicca il volo, ardito, libero e armonioso verso il cielo limpido, terso e prodigioso della gioia suprema. Magicamente, come un antico e solenne volo ancestrale, riceve il dono glorioso della perenne trasformazione cosmica. Si tramuta nell'araba fenice, ornata di fantasmagorici colori accesi, simbolo di alchimia divina e di sensazionale e sacra rinascita interiore”.


Murales di Cristina, aiutata da suo figlio (ha vinto come miglior bozzetto):

"Questo meraviglioso bozzetto è pervaso da una struggente aureola di eterna tenerezza e di incantevole avvenenza artistica. L'intenso splendore dell'immagine e la leggiadria spensierata e la grazia delicata dei volti della mamma e del bimbo accarezzano sensibilmente il nostro sguardo e sprigionano un soavissimo desiderio di ideali e di un amore sublime ed incondizionato. I delfini, creature dotate dii un'empatia sorridente, già confermata nell'antichità dallo scrittore latino, Plinio il Vecchio, nella Naturalis Historia, fluttuano come visione onirica di libertà vivida, circondate dalle alate farfalle, simbolo di metamorfosi e di rinascita immortale, messaggere di sorprendente felicità."


Murales di Giulia e Anna (ha vinto per il messaggio più incisivo):

"Questo murales, di indicibile fascino e di immediato e carismatico impatto visivo, risalta nella cangiante iridiscenza di una magnifica e fiabesca farfalla che si posa sopra un'ancora, attorniata da fiori radiosi. La farfalla coloratissima, a differenza delle altre plumbee farfalline, imprigionate in un retino, è riuscita, con la forza indomita della costanza, a sottrarsi dignitosamente alla prigionia, e come simbolo della anima alata, la greca psiche, si tuffa nell'immensità e conquista il suo traguardo definitivo di incommensurabile gioia vitale collocandosi sull'ancora, salvezza trionfatrice. Il messaggio "lotta per la libertà" rivela una solenne ed esaltante incisività che si erge come prototipo di intrepida esuberanza e di sofferta consapevolezza, coronata di letizia".


Murales di Marica (è stato il murales vincitore):

"In questo originalissimo ed allegorico murales coesistono variegati elementi simbolici e naturalistici. L'albero rappresenta, per antonomasia, la materia, la vita umana nella sua particolare integrità e profondità espressiva. Le radici di questo prezioso albero sono rappresentate dal DNA, peculiare emblema della identità personale di ogni individuo. Due rami si protendono in opposizione, l'uno secco e rattrapito, colmo di foglie intrise di lacrime, è specchio della morte e della malvagità, l'altro, fecondo, opulento e fiorente, produce corolle nivee di candore dove variopinte farfalle si librano nell'arcobaleno irradiante sprazzi di pace. Il male ed il bene sono le ombre e le luci del cuore che quotidianamente con l'impulso del libero arbitrio, sceglie e dipana il proprio destino, come gocce di eternità."



 

Logo Ahimsa

La pagina ufficiale dell'Associazione Ahimsa su Facebook L'account ufficiale dell'Associazione Ahimsa su Twitter L'account ufficiale dell'Associazione Ahimsa su Instagram
Statuto

Atto Iscrizione Registro Volontariato

Lettera Iscrizione Registro Volontariato

News

Galleria Fotografica

Dicono di noi

Home

25/11/2014 - Serata contro violenza sulle Donne

28/04/2015 - Serata Violenza Assistita

Progetto Scuola 2016

Progetto Scuola 2017

Ape-rismo

Murales 2017

Festa Ahimsa 2017

Progetto Scuola 2018